Il potere degli antiossidanti per la nostra salute

Auto-aiuto - Salute e Benessere - Consigli e segreti per stare bene

Il potere degli antiossidanti per la nostra salute

In terza elementare mi è stato detto che avrei potuto scrivere un articolo su qualsiasi argomento per un compito in classe. Ho scelto l’argomento dello scorbuto in quanto ha interessato i marinai che erano lontani in mare per lunghi periodi di tempo e la conseguente scoperta della vitamina C come cura. Ricordo bene il documento perché ero letteralmente trasceso dall’ignoranza e avevo una sorta di timore reverenziale per le complessità del corpo umano e la sua risposta ai nutrienti.

Oggi, gli antiossidanti sono usati per aumentare l’energia (dimentica la caffeina – questa roba è formidabile!). Combattono le infezioni e migliorano tutta una serie di problemi legati alla salute.

Prima di prodotti come XanGo, Tahitian Noni, Fruta Vida (contenente, rispettivamente, mangostano, goji e acai) e ora Amigo Juice (un matrimonio di tutti e tre questi super alimenti), avevamo la vitamina C, E e A.

Per molti di noi, si trattava di bere quella tazza di succo d’arancia a colazione o di assumere un integratore vitaminico. Ma oggi non stiamo parlando solo di un pugno, ma di un vero colpo inferto alle patologie legate alla cattiva alimentazione e ad uno scorretto stile di vita, che sotto forma di bevande salutari ricche di antiossidanti che molti consumatori consumano ogni giorno, realmente migliorano le condizioni di salute di tante persone soprattutto quelle impegnate nella ricerca del benessere.

Vivendo nel mondo molto tossico di oggi, gli antiossidanti meritano un posto speciale nell’area degli integratori alimentari e vale sicuramente la pena di esaminarli più da vicino per vedere di cosa si tratta e imparare come implementarli nella nostra routine quotidiana.

In parole povere, a livello molecolare e cellulare, gli antiossidanti servono a disattivare alcune particelle chiamate radicali liberi. Nell’uomo, i radicali liberi di solito si presentano sotto forma di O2, la molecola dell’ossigeno. Essa desidera essere ossidata e questo processo di ossidazione può talvolta assumere aspetti legati a forme cancerogene.

I radicali liberi sono i sottoprodotti naturali di molti processi all’interno dell’organismo e tra le cellule. Sono inoltre creati dall’esposizione a vari fattori ambientali, quali fumo di tabacco e radiazioni.

Naturalmente, questo include certamente la scarsa qualità dell’aria e tutta la “spazzatura” che mettiamo nei nostri corpi e che il nostro sistema immunitario è costretto a combattere quotidianamente.

Se lasciati andare fuori controllo, questi radicali liberi possono causare danni alle pareti cellulari, alle strutture cellulari e al materiale genetico all’interno della cellula. Sono come dei bambini prepotenti nel parco giochi e devono essere trattati con fermezza perché il danno che ne deriva può portare a gravi malattie e in alcuni casi persino alla morte.

Gli antiossidanti svolgono un ruolo chiave nel ripulire la distruzione causata dai radicali liberi. Puliscono prima che i radicali liberi abbiano la possibilità di danneggiare l’organismo.

I ricercatori hanno determinato che gli antiossidanti sono utili nella prevenzione degli effetti cancerogeni dell’ossidazione.

A tal fine, una varietà di aziende sanitarie, in particolare sotto forma di marketing multilivello, si sono formate a questo riguardo offrendo bevande salutari ricche di antiossidanti, catturati nella polpa e nella scorza, in pratica nell’intero frutto, lavorato nei loro laboratori, macinato, mescolato e confezionato in gustose porzioni pronte da essere immesse sul mercato.

Per non parlare del frutto del mangostano che ha introdotto una classificazione completamente nuova di antiossidanti, chiamati Xantoni con benefici per la salute davvero numerosissimi per essere elencati tutti.

Queste bevande ricche di antiossidanti hanno creato tre campi distinti. Qualcuno ha deciso che il mangostano è la sua bevanda preferita, il goji ha i suoi seguaci determinati e c’è anche l’acai (pronunciato ah-sigh-ee). Secondo numerosi rapporti forniti dai clienti, tutti hanno i loro vantaggi.

Tuttavia, qualche tempo fa è stato introdotto un prodotto nuovo, che ha integrato tutti e tre questi frutti in un unico prodotto realizzato in una formula essiccata, omettendo così qualsiasi necessità di avviare i processi di pastorizzazione, riducendo i costi di spedizione e fornendo il massimo profitto.

Ancora più importante e utile da sottolineare! Ciascuno dei tre super alimenti di cui stiamo parlando ha avuto benefici molto distinti. Ora abbiamo un matrimonio di tutti e tre i frutti in una bevanda unica e gustosa conosciuta col nome di “Amigo Juice”.

Ma diamo un’occhiata un po’ più da vicino alle caratteristiche distinte di questi frutti.

I GRANDI TRE SUPER CIBI

Quello che segue è uno sguardo ai tre frutti: acai, mangostano e goji che, come abbiamo visto, sono eccezionali per la nostra salute, soprattutto come antiossidanti.

ACAI: La bacca di Acai o Acai Fruit cresce su maestose palme nella foresta amazzonica e sembra fatta come un marmo viola e può assomigliare ad un grappolo d’uva. L’Acai contiene alti livelli di antiossidanti, acidi grassi del tipo Omega (grassi sani), ferro, aminoacidi, fibre e molte altre vitamine e minerali. Le persone che vivono nella regione amazzonica nel nord del Brasile, hanno consumato Acai per centinaia di anni e i suoi poteri di guarigione e sostegno sono leggendari e conosciuti in tutto il mondo.

L’Acai Berry è noto per sfruttare le seguenti proprietà:

Sistema antiossidante, antibatterico, antinfiammatorio, antimutagenico, cardiovascolare. Le bacche di Acai contengono quantità molto elevate di acidi grassi essenziali e omega che hanno dimostrato di abbassare il valore dell’LDL e mantenere corretti i livelli di colesterolo HDL. Contengono inoltre una notevole concentrazione di antiossidanti per aiutare a combattere l’invecchiamento precoce.

La bacca di acai è una fonte densa di una particolare classe di flavonoidi chiamati antociani. Il valore ORAC dell’Acai Berry è superiore a qualsiasi altra bacca commestibile al mondo. L’Acai Berry è anche un’ottima fonte di fibre alimentari, estremamente ricco di proteine ​​vegetali biologiche che non generano colesterolo durante la digestione ed è più facilmente processato e trasportato nei muscoli rispetto alle proteine ​​animali (ciò che si trova nel latte o nella carne).

Oltre al suo eccezionale contenuto di proteine ​​e lipidi insaturi, l’Acai è anche ricco di carboidrati, fornendo al corpo l’energia necessaria mentre si lavora o si praticano degli sport.

La bacca contiene anche una concentrazione incredibilmente alta di antiossidanti utili nella lotta contro l’invecchiamento precoce. Il contenuto di proantocianidina nelle bacche di Acai contiene da 10 a 30 volte gli antociani (sono gli antiossidanti di colore viola) del vino rosso.

Sebbene i francesi consumino una dieta ricca di grassi, hanno una bassa incidenza di malattie cardiovascolari rispetto ai paesi occidentali. Contribuisce a questo fattore il consumo di vino rosso. Le bacche di acai possono aiutare a promuovere un sistema cardiovascolare e un tratto digestivo più sani, grazie alla combinazione sinergica di grassi monoinsaturi (grassi sani), fibre alimentari e fitosteroli.

Forniscono al corpo un’ottima fonte di fibre, che come noto promuovono un sistema digestivo sano. Studi e ricerche suggeriscono che le fibre solubili possono aiutare a ridurre il colesterolo nel sangue. La fibra insolubile può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare alcuni tipi di tumori. Tracciano un complesso essenziale di aminoacidi insieme ai minerali, che sono vitali per la corretta contrazione e rigenerazione muscolare.

MANGOSTANO: Il mangostano (Garcinia mangostana) è un albero sempreverde tropicale, che si ritiene abbia avuto origine nelle Isole della Sonda e nelle Molucche. L’albero cresce da 7 a 25 metri di altezza. Il frutto commestibile è viola rossastro e piuttosto intenso quando è maturo. In Asia, il frutto del mangostano è noto come la “Regina dei Frutti”. Il guscio esterno (pericarpo) è piuttosto duro, in genere di 4-6 cm di diametro, simile a una bomba sferica di colore nero.

Benefici per la salute:

Il mangostano contiene composti con attività antiossidante, antibatterica, antifungina e antitumorale. Test di laboratorio finora indicano che gli estratti di mangostano si oppongono a diverse linee di cellule tumorali tra cui quelle della mammella, del fegato e della leucemia. Anche il mangostano sembra avere proprietà antistaminiche e antinfiammatorie. In particolare, offre potenti benefici anti- infiammatori che svolgono un ruolo importante in numerose condizioni di salute.

Per centinaia di anni, le persone residenti nel sud-est asiatico hanno utilizzato il mangostano, in particolare la crosta, per scongiurare e curare le infezioni, ridurre il dolore o controllare la febbre ed anche per curare vari altri disturbi.

La maggior parte degli studi che riguardano il mangostano si è concentrata sul pericarpo o sulla buccia legnosa scura rispetto al frutto all’interno della scorza legnosa. Il pericarpo contiene composti xantonici attivi. Il frutto stesso probabilmente ha alcuni composti benefici ma quelli all’interno del frutto non sono stati ancora studiati così come la buccia.

Numerosi composti nel mangostano sembrano essere attivi, in particolare gli xantoni. Alcuni di questi includono mangostin, mangostenol, mangostenone A, mangostenone B, trapezifolixanthone, tovophyllin B, alpha- e beta-mangostins, garcinone B, mangostinone, mangostanol e l’epicatechina flavonoide.

Sono disponibili numerosi studi su questa pianta dalle proprietà benefiche su www.pubmed.com (in lingua inglese), basta inserire la parola “mangostano” per accedere ad un lungo elenco.

GOJI: Le bacche di Goji hanno la più alta concentrazione di beta-carotene tra tutti gli alimenti presenti sulla terra. Il beta-carotene può essere trasformato in vitamina A sotto l’influenza degli enzimi epatici umani. Pertanto, la vitamina A alla fine svolge una grande influenza nelle azioni di Lycium. La funzione del Lycium sugli occhi – come è noto – è correlata a questo fattore.

I contenuti di vitamina B1 e B2 del Lycium sono significativi e il contenuto di vitamina C del Lycium liofilizzato è stato misurato in 73 mg/100 grammi. Il frutto contiene anche vitamina C, beta-sitosterolo (un agente antinfiammatorio), acido linoleico (un acido grasso), sesquiterpenoidi (cyperone, solavetivone), tetraterpenoidi (zeaxantina, fisalin) e betaina (0,1%). Tutte queste sostanze alla maggior parte di noi non diranno granchè ma i più curiosi potranno fare degli approfondimenti sulla rete Internet e reperire un sacco di notizie in merito a ciascuna sostanza semplicemente utilizzando i motori di ricerca.

Il Lycium contiene 18 tipi di aminoacidi, di cui 8 aminoacidi indispensabili per il corpo umano (come l’isoleucina e il triptofano). Il 50% degli aminoacidi di Lycium sono aminoacidi liberi. Il Lycium contiene numerosi oligoelementi, di cui i principali sono zinco, ferro e rame. I frutti maturi contengono circa 11 mg. di ferro per 100 grammi. Il Ning Xia Lycium contiene il 45% di glucosio, il 7% di fruttosio e il 5,5% di glucosio.

Benefici per la salute:

Le bacche di Goji sono state utilizzate in Tibet per almeno 1.700 anni. La medicina tibetana include queste bacche nel trattamento di problemi ai reni e al fegato. Sono anche usati per abbassare il colesterolo, la pressione sanguigna e purificare il sangue. Le bacche di Goji hanno una lunga storia di utilizzo nel trattamento di problemi agli occhi, eruzioni cutanee, psoriasi, allergie, insonnia, malattie epatiche croniche, diabete e tubercolosi. Queste bacche sono usate dal popolo tibetano per aumentare la longevità e come tonico per rafforzare la salute in generale.

La scienza ha dimostrato che questa bacca rossa brillante non solo contiene livelli estremamente alti di antiossidanti, vitamine e minerali, ma anche molti fitochimici, polisaccaridi e composti complessi unici che gli scienziati stanno iniziando a studiare.

Le bacche di Goji contengono i seguenti composti complessi:

La betaina, che viene utilizzata dal fegato per produrre colina, un composto che calma il nervosismo, migliora la memoria, favorisce la crescita muscolare e protegge dalle malattie del fegato grasso.

Il Physalin, che è attivo contro tutti i principali tipi di leucemia. È stato anche usato come trattamento per l’epatite B.

Il Solavetivone, un potente composto antifungino e antibatterico.

Il Beta-Sitoserol, un potente agente antinfiammatorio. È stato usato per trattare l’impotenza sessuale e l’allargamento della prostata. Abbassa anche il colesterolo.

Il Cyperone, che avvantaggia il cuore e la pressione sanguigna. È stato anche usato nel trattamento del cancro cervicale.

Quando si spazia attraverso la miriade di scelte nel determinare quale prodotto scegliere in un mercato saturo di antiossidanti come quello di oggi, è importante considerare i seguenti criteri: qualità del prodotto; quantità e fonte dell’ingrediente; reputazione dell’azienda manifatturiera e costo.

Un tempo, i prodotti per la salute servivano un po’ per questo e un po’ per quello. Ad esempio, qualcuno consumava circa 30 vitamine ogni giorno per ottenere ciò di cui il corpo aveva bisogno per restare in buona salute; è davvero emozionante vedere che oggi una serie di prodotti offrono risultati così benefici e salutari. Questi risultati stanno permettendo a molte persone di abbandonare la loro abitudine a consumare molte compresse farmaceutiche o per lo meno ne possono abbassare la dose, dando comunque al corpo ciò che brama di più, ovvero, tutto ciò che è naturale.

Possiamo fare molto per combattere gli effetti negativi delle tossine e la cattiva alimentazione attraverso le scelte che facciamo ogni giorno in merito all’integrazione nutrizionale che, soprattutto in questi ultimi anni, è diventata quasi indispensabile per stare bene ed in forma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *