Le 3 principali barriere alla crescita personale

Auto-aiuto - Salute e Benessere - Consigli e segreti per stare bene

Le 3 principali barriere alla crescita personale

Qual è il vero problema delle attività e delle discipline che riguardano la crescita e lo sviluppo personale? 

Charles Atlas, che si è guadagnato il titolo di “l’uomo più perfettamente sviluppato al mondo”, ha affermato: “Il vero SUCCESSO non è altro che lo sviluppo di sé”.

Purtroppo, la maggior parte delle persone considera lo sviluppo e la crescita personale come qualcosa di “opzionale” e così sono davvero poche quelle che dedicano del tempo a migliorare attivamente se stesse. 

La tua crescita personale e il tuo sviluppo come persona sono senza dubbio una delle componenti più importanti da considerare nella tua vita e dovrebbero occupare buona parte del tuo tempo. 

Sostenere ed attuare il tuo vero potenziale è lo scopo principale della tua vita. Possiamo senz’altro affermare che tutte le tue azioni sono orientate di norma ed in vari modi verso l'”auto-miglioramento”. Tutto ciò che fai, lo fai sicuramente con un intento positivo. Questa realtà, tuttavia, è per lo più sconosciuta alla maggior parte delle persone e molta gente, alla fine, è convinta che tutto ciò che conta è ottenere delle “cose” e raggiungere l’obiettivo di possedere tali “cose” sarà ciò che le renderà felici.

Non devi cercare troppo lontano per scoprire quanto sia sbagliata questa teoria. Ogni giorno leggiamo di persone “di grande successo” che sono finite in terapia di riabilitazione o che si sono uccise perché prese dal vuoto senso della disperazione. Ti sei chiesto perché? 

Per tornare a Charles Atlas – il vero successo – scrive – non è altro che lo sviluppo del tuo “io”. In nessun momento della tua vita puoi semplicemente fermarti e dire “ora ho conquistato il successo e per questo penso proprio che mi prenderò i prossimi 10 anni di ferie”. Purtroppo, però, questo è “l’unico sogno” a cui aspirano la maggior parte delle persone.

La chiave per una vita piena di felicità sta nell’essere capaci di sviluppare la propria crescita personale. La realizzazione reale e duratura nella vita deriva dal costante miglioramento della qualità della vita stessa. 

La nostra esistenza è dinamica ed in continuo movimento. Come in natura, tutto ciò che non cresce, muore! O crescerai o morirai e anche se probabilmente non morirai di morte fisica, sicuramente soffrirai una morte psicologica. La depressione non è che un esempio degli effetti della mancata crescita di noi come persone. Se non stai crescendo ti sentirai come se stessi morendo.

Ma la bella notizia è che ogni giorno la vita ci offre l’opportunità di crescere Tali occasioni di sviluppo personale sono però per lo più mascherate dai molti problemi che ogni giorno dobbiamo affrontare e sfortunatamente, la maggior parte delle persone, non riesce a scorgere in queste avversità le meravigliose opportunità che esse presentano. Earl Schoff una volta disse: “Non desiderare meno problemi. Vorrei che tu stessi meglio”. È qui che entra in gioco la crescita personale e devi farlo con uno stato mentale attivo.

Chiediamoci perché le persone non partecipano attivamente alla propria crescita personale! Vediamolo subito. Esistono spesso alcune barriere allo sviluppo della nostra crescita personale che ci impediscono di progredire attivamente in qualsiasi area della vita. La parola chiave è “attività”. Le tre maggiori barriere alla crescita personale sono tre comportamenti correlati che tendono a tenerci immobilizzati e bloccati nell’inazione e nella paura. Il risultato è l’incapacità di progredire e migliorare le nostre vite.

Barriera per la crescita personale n. 1: la procrastinazione

La procrastinazione non è altro che il ritardo irrazionale dei compiti che dovremmo svolgere, soprattutto quelli importanti. A livello cosciente potresti desiderare un risultato specifico e sai quale linea di condotta intraprendere ma rimani comunque immobilizzato. L’incapacità di agire è ciò che ti mantiene dove sei, cioè fermo. È probabile che ciò che stai procrastinando sia proprio quello che DOVRESTI fare e se lo facessi ciò probabilmente ti aiuterebbe a crescere nella tua capacità di agire e di entrare in azione in modo proattivo. Tieni presente che tu tendi a procastinare solo quelle attività che apprezzi di più e che ad un certo livello, credi di trarne dei benefici.

Barriera per la crescita personale n. 2: l’indecisione

Ogni singola azione è preceduta da una decisione. L’antenato di ogni azione è una decisione e l’incapacità di agire può essere ricondotta all’incapacità di prendere decisioni. La cosa ironica è che non prendere una decisione è di di per sé una decisione – non è vero? L’indecisione è come una malattia che devi assolutamente sradicare dalla tua vita. 

L’indecisione è semplicemente il risultato della paura del fallimento e non prendendo una decisione – pensa la maggior parte della gente che coltiva questo tipo di mentalità – non si può fallire, giusto? 

Renditi conto che il futuro non è ancora accaduto ma ricorda anche che temere il peggior risultato possibile ti impedirà quasi sicuramente di prendere la giusta decisione. Se non prendi delle decisioni, non entrerai mai in azione e rimarrai sempre immobilizzato.

Barriera per la crescita personale n. 3: le tue zone di comfort

Le zone di comfort non sono altro che tutte quelle realtà della tua vita con cui hai maggiore familiarità e spesso, queste, ti danno una tale sicurezza che arrivi al punto in cui non provi nemmeno a cambiare le cose. Ti accontenti semplicemente. 

All’interno delle tue zone di comfort tutto è noto e provi un confortante senso di certezza che nessuno ti potrà mai togliere perché – secondo questa tua errata credenza – puoi affrontare comodamente tutti gli ostacoli che incontrerai sul tuo cammino. L’hai già fatto altre volte e questo ti fa sentire a tuo agio. 

Uscire dalle tue zone di comfort sfida invece le tue convinzioni e le percezioni di ciò che ti circonda. Uscire dalle zone di comfort, tuttavia, ti sfida anche a crescere come persona; e ricorda che devi crescere sempre per sentirti vivo e far salire sempre di più la tua autostima anche se devi sforzarti di uscire dalla zona di comfort. 

La maggior parte dei tuoi limiti sono perciò autoimposti e controllati da ciò che credi di potere o no fare, da ciò che ti piace o da quello che non ti piace, da ciò che pensi sia giusto o sbagliato. Ma io ti dico che devi invece continuare a far crescere il tuo ‘io’ fisicamente, emotivamente, mentalmente e spiritualmente per evitare di rimanere fermo e imprigionato nelle tue zone di comfort. Oliver Wendell Holmes un giorno disse: “La mente dell’uomo, una volta pregna di una nuova idea, non torna mai alle sue dimensioni originali”.

Tutte le barriere che ti impediscono di crescere sono per lo più originate dall’autolimitazione. La barriera è più psicologica che reale. Quindi non si tratta di veri e propri ostacoli alla tua crescita personale. Possono fermarti per qualche tempo ma non possono trattenerti dall’entrare in azione se non glielo permetti. Basta riconoscerle e poi andare avanti per la propria strada con risoluzione e caparbietà. 

La crescita personale è una scelta precisa e consapevole ed è un processo attivo che dura sempre. Per poterti garantire una vita felice e piena di successi, devi costantemente crescere ed espandere il tuo ‘io’.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *