Relazioni extraconiugali – Tutto quello che c’è da sapere … e cosa si può fare per aiutare gli altri

Auto-aiuto - Salute e Benessere - Consigli e segreti per stare bene

Relazioni extraconiugali – Tutto quello che c’è da sapere … e cosa si può fare per aiutare gli altri

Recenti statistiche suggeriscono che il 40% delle donne (e quel numero è in aumento) e il 60% degli uomini ad un certo punto della loro vita iniziano delle relazioni extraconiugali. Mettendo insieme quei numeri, si stima che l’80% dei matrimoni vedrà uno dei due coniugi coinvolto in un tradimento del proprio partner.

“Potrebbe sembrare un numero molto alto – spiega uno psicologo americano specializzato sul tema dell’infedeltà coniugale – tuttavia, dopo oltre due decenni di lavoro a tempo pieno come terapeuta di famiglia e di coppia, non credo che la percentuale citata sia molto lontana da quella reale. Ho lavorato con un gran numero di persone coinvolte in episodi di infedeltà che non si sono mai scoperte e sono riuscite a tenere segreta la loro relazione clandestina”.

La possibilità che qualcuno molto vicino a te sia coinvolto o che presto lo sarà in una relazione extraconiugale è quindi estremamente alta.

Forse potresti capirlo attraverso dei precisi segni rivelatori. Noterai ad esempio dei cambiamenti nelle abitudini e nei modelli comportamentali della persona che ti sta a fianco; potrai verificare inoltre un effettivo distacco sentimentale, la mancanza di concentrazione sulle questioni di famiglia e la riduzione della produttività in casa (una svogliatezza generalizzata che porta all’azzeramento dell’entusiasmo verso nuovi progetti). Forse avvertirai qualcosa di strano ma non sarai in grado di individuarlo subito se non porrai tutta la tua attenzione su dei particolari ben precisi.

Non è assolutamente detto che il tuo partner ti dirà di avere un nuovo partner. Infatti, quelli che nascondono la loro relazione clandestina faranno di tutto per rimanere nel segreto. La “vittima” del rapporto extraconiugale spesso, almeno inizialmente, può essere tormentata dalla rabbia, da un’acuta sofferenza intima, dall’imbarazzo della situazione in cui si trova e da pensieri di insuccesso che precludono la manifestazione della crisi vera e propria.

Potrebbe essere importante confrontarsi con la persona interessata con delle tue osservazioni personali ma questo dipende dallo stato della tua relazione con il tuo partner.

È importante capire che ogni relazione extraconiugale è diversa e soddisfano scopi diversi.

“Dal mio studio e dalla mia esperienza con centinaia di coppie – continua il medico psicanalista – ho identificato 7 diversi tipi di infedeltà.

Alcuni rapporti di matrice extraconiugale sono la reattività a una percezione della mancanza di intimità nel matrimonio. Altri invece, si originano da tendenze di dipendenza o da una sorta di confusione sessuale o da un trauma vissuto.

Alcuni soggetti nella nostra cultura, giocano sulle questioni del diritto e del potere diventando “cacciatori di trofei”. La mentalità che afferma concetti del tipo “i ragazzi saranno sempre dei ragazzi” è sottilmente incoraggiata in alcuni contesti sociali.

Qualcuno è coinvolto nell’infedeltà coniugale a causa di un alto bisogno di eventi drammatici che li porti ad una eccitazione gratificante; tali soggetto sono affascinati dall’idea di “essere innamorati” e di ricevere quel “sentimento amorevole” che li completa.

Una relazione extraconiugale potrebbe essere attuata anche a scopi di vendetta o perché uno dei due coniugi ha fatto o non ha fatto qualcosa. La vendetta può scaturire anche dalla rabbia. Sebbene questo sia il motivo che sta alla base per entrambi, i soggetti interessati appaiono e si sentono molto diversi tra loro.

Un’altra forma di infedeltà può servire allo scopo di affermare la propria desiderabilità personale. Una domanda fastidiosa che ci poniamo tutti quanti, quella di essere “OK” per gli altri può portare ad una relazione di breve durata che riguarda una sola persona. E infine, alcune relazioni clandestine sono una sorta di danza che tenta di bilanciare i bisogni di distanza e intimità nel proprio matrimonio, spesso con la collusione del coniuge.

La prognosi per la sopravvivenza del matrimonio è diversa per ciascun caso. Alcuni eventi possono essere la cosa migliore per la ripresa di un nuovo e più entusiasmante matrimonio. Altri sono come una campana a morto. Inoltre, molte relazioni extraconiugali richiedono strategie diverse da parte del coniuge o di altri soggetti. Alcuni richiedono determinazione di carattere e azione. Altri pazienza e comprensione.

L’impatto emotivo riguardo alla scoperta di un’infedeltà è di solito molto profondo. Seguono giorni e settimane di insonnia, ruminazione, fantasie (molte sessuali) e improduttività sia in casa che sul lavoro. In genere occorrono da 2 a 4 anni per “elaborare” le reali implicazioni. Un buon coach o terapeuta può accelerare e snellire questo processo. Però – afferma il medico – non consiglio la consulenza “matrimoniale”, almeno inizialmente.

L’impatto emotivo devastante deriva fondamentalmente da un paio di potenti dinamiche. La fiducia è praticamente ridotta in frantumi, così come la capacità di discernere la verità. Il passo più importante è NON imparare a fidarsi dell’altra persona ma imparare a fidarsi di se stessi. Un altro motivo è il potere che un determinato segreto gioca nelle relazioni. Esso esige un pedaggio emotivo e a volte fisico che deve essere riconosciuto e affrontato.

Come puoi aiutare le persone coinvolte in questo processo?

Quelli che si trovano nel mezzo della loro crisi coniugale mi hanno detto che hanno bisogno di determinate cose, eccole:

  1. A volte voglio sfogarmi, tirare fuori tutto ciò che ho dentro senza alcuna censura. So che a volte dirò quello che non dovrei dire. Potrebbe non essere carino sentire certe cose ma sappi che questo potrebbe farmi stare meglio perchè ho bisogno di togliermi dalla gola e dallo stomaco tutti i nodi che mi opprimono.
  2. Ogni tanto voglio sentire parole di incoraggiamento come “Anche questo passerà”. Ricordami che questo periodo di crisi non durerà per sempre.
  3. Voglio essere confermato nel mio status, sapere che posso stare bene. Puoi farlo meglio annuendo accettando quando parlo del mio dolore o della confusione mentale che spesso mi sovrasta.
  4. A volte voglio capire “Cosa stai imparando? Cosa stai facendo per prenderti cura di noi?” Potrei aver bisogno di quella piccola scossa che mi spinge oltre il mio dolore per vedere un’immagine più grande di te.
  5. Posso aver bisogno di più spazio. Potrei desiderare che tu sia tranquillo e paziente mentre cerco di capire ed esprimere i miei pensieri e i miei sentimenti. Dammi un po’ di tempo e non badare tanto al mio balbettare facendomi sentire in colpa per i miei inciampi.
  6. Vorrei che qualcuno mi indichi alcune nuove opzioni o mi consigli strade diverse che potrei intraprendere. Ma prima di farlo, assicurati che io sia ascoltato e confermato nel mio ruolo di partner.
  7. Quando ti capita, consigliami libri o altre risorse che pensi potrei trovare utili.
  8. Voglio sentire ogni tanto la tua vicinanza e il tuo calore anche verbale, con frasi del tipo: “Come va?”. E, potrei volere che questo dialogo fosse qualcosa in più di un saluto informale. Dammi tempo e spazio per farti sapere esattamente come me la sto vivendo.
  9. Vorrei che tu capisca e accolga i sentimenti e i desideri ambivalenti che alle volte nascono in me. Vorrei che tu fossi abbastanza tranquillo riguardo ai punti grigi e alle contraddizioni su come mi sento e cosa potrei volere.
  10. Voglio che tu sia prevedibile, poter contare su di te per essere lì sempre ed in ogni occasione, ascoltare e parlare con te in modo coerente. Fammi sapere però quando non sei in grado di farlo. Io ti rispetterò.

Le infedeltà coniugali sono eventi potentissimi ed anche molto costosi in termini di serenità e stabilità di coppia Colpiscono famiglia, amici, colleghi e datori di lavoro. L’infedeltà però è anche un’opportunità: quella di ridisegnare la propria vita e le relazioni d’amore in modo da creare durevole gioia e profonda intimità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *