Sei modi per finanziare il tuo nuovo business

Auto-aiuto - Salute e Benessere - Consigli e segreti per stare bene

Sei modi per finanziare il tuo nuovo business

Vi siete mai chiesti qual è il modo migliore per finanziare una nuova impresa commerciale? A questa domanda ne segue un’altra: “Come investire in nuove iniziative imprenditoriali?”

Le risposte, a nostro giudizio migliori sono: non c’è modo “migliore” per finanziare una nuova impresa di investire in nuove iniziative imprenditoriali, ma…accidenti oggi non posso farlo perché ho lasciato il mio libretto degli assegni in altra giacca.

A parte gli scherzi, la verità è che ci sono molti modi per finanziare una nuova attività e quello più appropriato dipende dal vostro prodotto, dal vostro mercato di riferimento, dalle vostre esigenze finanziarie, dalla vostra capacità di mettervi in azione e, soprattutto, dalla vostra situazione personale e finanziaria.

Ecco alcuni dei modi tra i più comuni, di ottenere un finanziamento per una nuova impresa senza essere costretti a chiederlo a qualche vostro vecchio amico.

Prima di ogni cosa, tenete a mente che tutti i metodi di finanziamento hanno pro e contro e alcuni (o la maggior parte) non funzionano per situazioni specifiche. Non importa quale metodo di finanziamento sceglierete, ciò che conta è non farsi prendere da facili entusiasmi e stare sempre con i piedi per terra.

Risparmio e investimenti

La prima fonte che si dovrebbe prendere in considerazione è quella relativa ai propri risparmi e agli eventuali investimenti che avete pianificato. Personalmente sono un grande fan dell’autofinanziamento quando si tratta di affari, perché non dovrete dire grazie a nessuno ne dei successi che conseguirete e nemmeno degli eventuali insuccessi a cui potreste andare incontro avviando la vostra nuova impresa. L’unico aspetto negativo consiste nel fatto che potreste trovarvi senza più danaro se le cose dovessero andare male. Ma se non siete disposti a rischiare il vostro capitale certamente non dovreste mettere a rischio nemmeno quello degli altri.

Amici e famiglia

Dopo aver attinto dai propri risparmi e dagli eventuali redditi derivanti dai vostri investimenti, molti imprenditori si rivolgono ad amici e parenti per un aiuto in denaro, soprattutto nelle fasi di start-up o di rilancio della propria azienda. Questa può essere una strada ma ricordate che non è una grande idea prendere in prestito denaro da poi non riusciremo a restituirlo. Nulla provoca più tensione in azienda e in famiglia per un prestito di denaro che non si riesce ad onorare. Le agenzie di finanziamento guadagnano sui prestiti concessi ai loro clienti, così come i vostri parenti ed amici, i quali si aspettano di essere pagati per il credito concesso. Ricordate, quando una persona cara investe nella vostra azienda è emotivamente coinvolta e inconsciamente investe su di voi. Sarebbe un gran peccato dover dire a mamma e papà che il loro figlio prediletto ha perso i loro risparmi perché la sua attività è andata male.

Carte di Credito

Ho finanziato la mia prima attività con le carte di credito e a pensarci bene devo ammettere che era un’idea incredibilmente stupida dato che il successo avrebbe anche potuto non arrivare e avrei accumulato un sacco di debiti. Per fortuna le cose sono andate bene ma tenete presente che se volete finanziare la vostra attività con le Carte di Credito, i tassi di interesse possono essere estremamente elevati e se i frutti raccolti con gli investimenti richiesti per l’avvio della vostra azienda tardano ad arrivare potreste rischiare di dover restituire denaro per molti anni a venire.

Ipoteche e Istituti di credito

I prestiti bancari in questo periodo di crisi sono molto difficili da ottenere se non si dispone di garanzie reali e un piano di fattibilità che possa garantire un sicuro successo aziendale. Ed è per questo motivo che molti imprenditori utilizzano la propria casa per finanziare la loro attività, soprattutto dopo che si sono sentiti rifiutare il prestito da molte banche. Anche questa modalità di finanziamento è rischiosa per costruire il tuo business. Anche se l’attività non funzionerà, voi sarete costretti a restituire i soldi prestati. Questa modalità di finanziamento ha però anche dei vantaggi. In primo luogo i bassi tassi di interesse e la deducibilità di questi ultimi dalla dichiarazione dei redditi (chiedere sempre consiglio al vostro commercialista per essere sicuri di fare i passi giusti).

Investitori privati

Un investitore è in genere un individuo benestante che desidera investire il proprio danaro in nuovi progetti di start up in cambio anche di una quota della proprietà. Questo tipo di investitori sono di solito i primi ad insinuarsi in un business e forniscono il capitale iniziale per far si che l’azienda prenda avvio. Alcuni investitori si limitano a compilarvi un assegno e lasciano a voi la gestione della vostra azienda, mentre altri considerano l’investimento anche un pretesto per collaborare con voi ed aiutarvi a gestire l’attività e a prendere decisioni. In un modo come in un altro accertatevi sempre che i termini del contratto siano chiaramente definiti da entrambe le parti. Questi investitori possono chiedervi interessi alti che potrebbero mettervi in difficoltà. Quindi attenzione.

Capitalisti d’impresa

Questo genere di finanziatori possono presentarsi come dei pit bull o come dei Chihuahua. Ma questo non vuol dire siano cani arrabbiati pronti a disintegrarvi con le loro grandi mascelle se le cose non dovessero funzionare. Questo genere di finanziatori trattano gli affari con contratti blindati pieni di clausole che potrebbero essere svantaggiose per voi. Fate attenzione e sottoponete tutta la documentazione ad un consulente commerciale o ad un avvocato. Questo tipo di investitori di solito hanno sempre la meglio in qualsiasi accordo facciano. Ma è un prezzo che si deve da pagare per riuscire a farsi finanziare dai Capitalisti d’impresa.

Non importa come riuscirai a finanziare il tuo business, ciò che conta è utilizzare il denaro con saggezza. Non gettare risorse in acquisti inutili, compra solo l’essenziale, quello che ti serve per partire e lascia perdere il superfluo.

Avere un piano chiaro di come verrà utilizzato il denaro e come verrà rimborsato è fondamentale.

Puoi ripubblicare questo articolo purchè lo condividi citando la fonte: www.autoaiuto.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *